Centro Studi Movimenti

Critica del presente – Rassegna di libri 2018

Enolibreria Chourmo – Via Imbriani, 56 Parma

A cura di Centro studi movimenti e EnoLibreria Chourmo

 

Giovedì, 18 gennaio 2018, ore 18.30

Buonanotte signor Mao. Storie dall’estremo Oriente (Milieu 2017)

Gabriele Battaglia dialoga con Jacopo Alabiso

 

Mercoledì 31 gennaio 2018, ore 18.30

Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale (Il Mulino 2017)

Elisa Giomi e Sveva Magaraggia dialogano con Tifany Bernuzzi, Michela Cerocchi e Marco Deriu

 

Venerdì 16 marzo 2018, ore 18.30

La società della prestazione (Ediesse 2017)

Federico Chicchi e Anna Simone dialogano con Igor Micciola

 

Giovedì 29 marzo 2018, ore 18.30

L’intervento psicologico con i migranti. Una prospettiva sistemico-dialogica (Il Mulino 2017)

Andrea Davolo e Tiziana Mancini dialogano con Petra Colombo e Luca Renzi

 

Giovedì 5 aprile 2018, ore 18.30

Foucault (Carocci 2017)

Manlio Iofrida e Diego Melegari dialogano con Emanuele Leonardi

 

Info: chourmo56@gmail.com / centrostudimovimenti@gmail.com

L'articolo Critica del presente – Rassegna di libri 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Buonanotte signor Mao – Presentazione del libro di Gabriele Battaglia

Giovedì 18 Gennaio 2018, ore 18:30

Enolibreria Chourmo – Via Imbriani 56, Parma

 

Per il ciclo di presentazioni Critica del Presente, presentazione del libro di Gabriele Battaglia

Buonanotte signor Mao. Storie dall’estremo oriente (Milieu Edizioni, 2017)

Ne discute con l’autore Jacopo Alabiso.

Due yemeniti erranti commerciano sulle rotte del Levante, ma sognano i Caratai. In Mongolia, una coppia di amanti è divisa dalle famiglie, una rimane nella selvaggia steppa e l’altra espatria nei “civilissimi” States. Intanto un ex-pugile ipnotista è scisso tra l’ideale politico e il fare profitto. A Pechino, cuore pulsante della Cina e al tempo stesso capitale dalle mille frontiere, la triade acciaio-cementocarbone modella il paesaggio urbano e la vita di persone che sono “fuzao”, “fluttuanti”. Sulle alture dell’Iran, dove svettava la fortezza degli Assassini, si aggirano ancora spettri di antiche battaglie. Di nuovo in Mongolia, i ninja setacciano l’oro al soldo di oscuri signori e gli sciamani evocano vecchi spiriti, mentre il vero “spirito”-guida è quello che trincano. A Hong Kong, uno scaricatore di porto punk, dall’alto di una gru, guida la rivolta contro il padronato dei container. Quando nella Genova della contestazione al G8 la piega degli eventi segna il punto di non ritorno, è tempo di partire: fuori dall’Europa, in cerca di altri luoghi e nuove storie. In un transito continuo tra il centro e i confini dell’Asia contemporanea, i tanti altrove di queste pagine definiscono un ribaltamento di prospettiva indispensabile per cogliere contraddizioni e sorti del mondo globalizzato”.

A cura di Centro studi movimenti  e Enolibreria Chourmo

L'articolo Buonanotte signor Mao – Presentazione del libro di Gabriele Battaglia proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Commemorazione di Guido Picelli 2018

Nell’81° anniversario della sua morte, la CGIL di Parma – in collaborazione con  AicvasAnpi Anppia, e con il patrocinio del Comune di Parma – organizza due appuntamenti per commemorare Guido Picelli.

Giovedì 4 gennaio, alle ore 17.00, nella sala Ilariuzzi (4° piano) della Camera del Lavoro di Parma (via Casati Confalonieri, 5/A), è in programma la presentazione del libro di Marco Severo Vincenti per tutta la vita. Antifascisti parmensi nella guerra di Spagna (Bfs-Centro studi movimenti, Pisa-Parma 2017). Dialogano con l’autore Alberto Bonora, presidente AICVAS, e William Gambette, ricercatore del Centro studi movimenti.

Venerdì 5 gennaio, alle ore 10.30, in Piazzale Picelli, ricordo dell’animatore delle Barricate del 1922 e del combattente della guerra di Spagna a 81 anni dalla sua scomparsa; sono previsti gli interventi di Massimo Bussandri, segretario generale CGIL Parma, Roberto Spocci, presidente Anppia Parma, Aldo Montermini, presidente Anpi, Alberto Bonora, presidente Aicvas, e di un rappresentante dell’Amministrazione comunale di Parma.

L'articolo Commemorazione di Guido Picelli 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Natale dei libri perduti e Assemblea Csm 2017

Sabato 16 dicembre 2017

Centro studi movimenti

c/o Auditorium di Casa Matteo Bagnaresi

Via Saragat 33/a – Parma

 

Ore 15 – Assemblea annuale del Centro studi movimenti

Ogni anno i soci del Centro si ritrovano per discutere dell’attività  passata e programmare quella futura. L’assemblea è aperta anche ai non tesserati.

 

Ore 17 – Asta dei libri perduti

Per parlare di libri, comprare libri, brindare ai libri

Metteremo all’asta, dopo averli brevemente presentati, alcuni libri doppi della biblioteca del Centro studi movimenti. Libri importanti del pensiero critico del Novecento e libri che hanno accompagnato, stimolato e segnato la stagione straordinaria di lotte degli anni Sessanta e Settanta.

Presentazioni dei libri di Beatrice Baruffini, Andrea Bui, Chicco Corini, Massimo Giuffredi, Ilaria La Fata, Silvio Malacarne, William Gambetta, Michele Guareschi, Nicoletta Mistichelli

 

Perché partecipare?

Per parlare del lungo decennio successivo al Sessantotto

Per ritrovare esempi di partecipazione politica e di resistenza alla crisi

Per sostenere il Centro studi movimenti e il suo lavoro culturale

Per augurarci un Natale di sapere e consumo critico

 

Al termine seguirà un aperitivo

centrostudimovimenti@gmail.com

L'articolo Natale dei libri perduti e Assemblea Csm 2017 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Il Sessantotto in una “regione rossa”

Lunedì 4 dicembre 2017 

Sala del Refettorio, Istituto per la storia e le memorie del 900 Parri

Via Sant’Isaia 20, Bologna

 

Programma

Mattina 10.00/12.30

Introduzione al seminario

Presentazione del progetto di ricerca – Metella Montanari (Istituto storico di Modena)

Comunicazione e luoghi del ’68 – Mirco Dondi (Master in comunicazione storica, Dipartimento di Storia culture civiltà, Unibo)

 

Prima sessione

Studenti e contestazione in Emilia Romagna. Primi risultati della ricerca e ipotesi interpretative

Coordina Luca Alessandrini

Tempi, dinamiche e contenuti della protesta studentesca – Alberto Molinari (Istituto storico di Modena)

Il movimento e lo spazio politico-istituzionale – Federico Morgagni (Istituto storico di Forlì-Cesena)

Il movimento fuori dalle aule – William Gambetta (Centro studi movimenti)

Dibattito

 

Pomeriggio 14.30/18.00

Seconda sessione

Il 68 lungo la via Emilia

Coordina Alberto Molinari

Presentazione del progetto di portale – Metella Montanari (Istituto storico di Modena)

I luoghi

Spazi pubblici e spazi privati nei movimenti del ‘68 – Marica Tolomelli (Dipartimento di Storia culture civiltà, Unibo)

I luoghi dei movimenti in Emilia Romagna – Chiara Lusuardi (Istituto storico di Modena) e Iara Meloni (Istituto storico di Modena)

Le fonti orali

Tavola rotonda

Le videointerviste ai protagonisti dei movimenti in Emilia Romagna – Luisa Cigognetti (Istituto per la storia e le memorie del 900 Parri)

Tavola rotonda con interventi degli istituti storici dell’Emilia Romagna

Partecipa Stefania Voli (Scuola Normale Superiore di Pisa)

 

A cura degli Istituti storici dell’Emilia Romagna in rete

Con il patrocinio della Regione Emilia Romagna

 

Iscrizioni

Luca Alessandrini, Istituto Parri luca.alessandrini@istitutoparri.it

Metella Montanari, Istituto storico MO direzione@istitutostorico.com

L'articolo Il Sessantotto in una “regione rossa” proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Assemblea generale di Storie in movimento

Assemblea generale di Storie in movimento C/o Centro Studi Movimenti, via Giuseppe Saragat 33/a – Parma

Anche quest’anno Storie in Movimento riunirà i suoi soci e simpatizzanti per discutere del funzionamento dell’associazione, dell’andamento della rivista cartacea («Zapruder») e di quella digitale in lingua inglese («Zapruder World»), dell’attività della redazione multimediale e della XIV edizione del Simposio di storia della conflittualità sociale (2018). L’assemblea generale si svolgerà Sabato 18 e Domenica 19 novembre 2017, presso la sede del Centro studi movimenti.

Storie in Movimento invita i soci e le socie dell’associazione, nonché tutti/e coloro che fossero interessati/e e che parteciperanno ai lavori assembleari, a presentare proposte di dialogo, in vista dell’organizzazione della XIV edizione del Simposio di storia della conflittualità sociale; proposte di numero, in relazione alla scelta dei temi della parte monografica dell’annata 2019 di «Zapruder», e proposte di numero per l’annata 2019 di «Zapruder World».

Qui il programma dei lavori

L'articolo Assemblea generale di Storie in movimento proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Rovesciare la piramide

Sabato 11 novembre 2017, ore 17

Sala del Centro studi movimenti – Via Saragat 33/a, Parma

L’economia della rivoluzione

Il Centro studi movimenti dialoga con Vladimiro Giacché, curatore degli scritti economici di Lenin (Il Saggiatore, 2017)

 

Sabato 25 novembre 2017, ore 10-18

Sala del Centro studi movimenti – Via Saragat 33/a, Parma

Rovesciare la piramide. Letture politiche della Rivoluzione d’Ottobre

Seminario di studi. Le analisi di alcuni dei più importanti esponenti del movimento operaio europeo di fronte alla Rivoluzione del 1917.

Programma:

Mattino, ore 10:00 – 12:30

Interventi di Marco Adorni (Lenin), Andrea Davolo (Trotskij), Fabrizio Capoccetti (Nicolaj Bucharin), Tifany Bernuzzi (Aleksandra Kollontaj), Emanuele Nidi (Georgij Plekhanov)

Pausa pranzo

Pomeriggio, ore 14:30 – 18:00

Interventi di Andrea Palazzino (Stalin), Margherita Colella (Rosa Luxemburg), Diego Melegari (Karl Radek), Sofia Bacchini (Mirsaud Sultan-Galiev), William Gambetta (Antonio Gramsci), Massimiliano Ilari (Errico Malatesta e Luigi Fabbri)

Discussione

A cura del Centro studi movimenti

Info: centrostudimovimenti@gmail.com

L'articolo Rovesciare la piramide proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Resistenza e dopoguerra a Roccabianca

Sabato 28 ottobre 2017  – ore 15,00

Museo Il mondo piccolo, Fontanelle di Roccabianca – Parma

 

Il convegno, a cura del Centro studi movimenti, affronta il tema del passaggio dalla guerra alla ricostruzione attraverso il passaggio cruciale della lotta di Liberazione. Un’occasione per ricordare alcune figure di quei venti mesi di guerra, come il comandante della 78 Sap Annibale Ballarini “Bongiorno”, ma anche per verificare quali sono state le continuità con il passato e quali invece gli elementi di novità, a partire dalla presenza delle prime donne in Giunta.

 

Interventi di:

Margherita Becchetti (Centro studi movimenti), La Resistenza ai confini del Po

Susanna Preo (Centro studi movimenti), I conti con i fatti. L’amministrazione del Cln 1945-1946

Ilaria La Fata (Centro studi movimenti), Arriva la democrazia. Le prime elezioni libere e la nuova amministrazione

Giovanni Focardi (Università di Padova), Le continuità dello Stato. Uno sguardo alle istituzioni

 

A cura del Centro studi movimenti e Comune di Roccabianca

L'articolo Resistenza e dopoguerra a Roccabianca proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Nostra patria è il mondo intero

Mercoledì 1 Novembre 2017, ore 10:30

Partenza da Viale dei Mille 8, Parma

 

Racconti di William Gambetta e Marco Severo

Negli anni successivi all’instaurazione del regime fascista, anche dai quartieri proletari di Parma, molti popolani espatriarono. Alcuni scappavano dalle persecuzioni politiche, altri perché non riuscivano a trovare lavoro. Mete del loro viaggio furono spesso la Francia, il Belgio, il Lussemburgo, la Svizzera, talvolta l’Unione Sovietica. In queste colonie di emigranti l’avversione alla dittatura fu diffusa e contaminò anche coloro che erano arrivati solo per ragioni economiche. Quando nell’estate del 1936, la guerra divampò in Spagna, molti trovarono in quel conflitto motivazioni ideali per combattere un fascismo che sembrava ormai conquistare l’intera Europa. Alcuni di loro morirono, nel nome della solidarietà internazionale, della libertà e della giustizia sociale. Attraverso la visita alle loro case ricostruiremo la loro vita e il loro viaggio.

 

A cura del Centro studi movimenti

Info: centrostudimovimenti@gmail.com

L'articolo Nostra patria è il mondo intero proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.