FABIO MAZZIOTTI E ANTONIO SINISCALCO. UN PERCORSO COMUNE: IL DIRITTO DEL LAVORO E LA DIFESA DEI LAVORATORI

Ritratto di Angelo Orientale

MARTEDI 5 APRILE ORE 17,30 SALA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI BARONISSI INTRODUCE:dott. Giacomo BattipagliaPresidente associazione MEMORIA IN MOVIMENTO interverranno all'incontro: dott. Gianfranco ValianteSindaco del Comune di Baronissi Avv. Americo MonteraPresidente Oridine degli avvocato Salerno Franco GiordanoSegretario Lega dei Pensionati SPI-CGIL Baronissi avv. Franco Donato Orlando dott. Franco D'Acunto dott. Paolo Nicchia AUTOBIOGRAFIA MINIMA DI FABIO MAZZIOTTI E ANTONIO SINISCALCO  Fabio Mazziotti e Antonio Siniscalco, ambedue avvocati e docenti universitari, sono stati costantemente un riferimento concreto per i lavoratori e le organizzazioni di massa, sia come studiosi che come legali in diverse e significative vertenze. Schierati in prima fila, quindi, con il movimento operaio, sia come studiosi che come autori di saggi e manuali giuridici, hanno di conseguenza assunto anche il ruolo di “militanti e dirigenti”, dichiarando apertamente le proprie scelte etiche e non disdegnando l’assunzione di ruoli istituzionali, avendo come riferimento la sinistra salernitana e campana. Sempre disposti ad accogliere le nuove generazioni di studiosi e professionisti, hanno aperto i loro studi accademici e professionali, favorendo la formazione di centinaia di noti professionisti e intere generazioni di giurislavoristi. Emblematica per l’intera provincia di Salerno e della Valle dell’Irno in particolare fu la “vertenza Fulgor Cavi” che li vide insieme nello stesso collegio legale a difesa dei lavoratori. È impossibile redigere una biografia completa delle loro opere e della loro vita politica e sociale. Per questo ci permettiamo redigerne una “minima”, consapevoli che quel “minimo” è a nostro avviso di uno spessore irraggiungibile. Tra le tante prove a sostegno della affermata validità scientifica e dell’alto profilo etico dei due studiosi: ritroviamo “tracce” incancellabili sia nello Statuto dei Lavoratori che in centinaia di sentenze favorevoli, come a esempio quelle inerenti le tematiche del demansionamento dei lavoratori e della vendita di rami d’azienda, espediente spesso usato anche per tentare di espellere dal mondo del lavoro lavoratori occupati, il cui posto, altrimenti, sarebbe stato garantito da norme inderogabili.  FABIO MAZZIOTTI “Sulla mia agenda, al  29 gennaio, è segnato telefono a Fabio. Fabio Mazziotti, mi aveva promesso che, dopo lo sciopero dei metalmeccanici, mi avrebbe aggiornato sulle sue valutazioni in merito alla questione Fiat-Mirafiori, e avrebbe sciolto la riserva sulla sua disponibilità a scrivere  un  articolo, per  il prossimo numero della rivista, in cui avrebbe affrontato il tema, sotto il profilo del diritto del lavoro e del diritto costituzionale.” Con queste parole inizia un articolo di Antonio Bevere sulla rivista “Critica del Diritto” numero di Gennaio-Settembre 2010.Fabio Mazziotti (23 marzo 1937-02 febbraio 2011), giuslavorista dell'Università Federico II di Napoli e dell’Università di Salerno. Nel 1974, insieme ad Antonio Bevere e altri, ha fondato la rivista Critica del diritto.  È stato candidato alla Camera dei deputati, nel 1979, come capolista di NUOVA  SINISTRA UNITA e nel 1983 nella lista del PCI. Discendente di una nota e storica famiglia nobile, i Mazziotti Baroni di Celso. Una famiglia che per le loro adesioni al movimento Giacobino e contro l’assolutismo borbonico  ebbero persecuzioni, espropri, condannati a morte (Nicola Mazziotti ) e morti in carcere (Pietro fratello di Nicola e Gherardo  morì nelle carceri di Salerno) dalla monarchia dei Borboni.Avvocato e professore universitario, un riferimento concreto sia come studioso che come legale di diverse vertenze.  Autore di  saggi e manuali giuridici da sempre in prima fila era schierato nell’impegno politico e con il movimento operaio e sindacale.Le sue principali opere, oltre a diverse collaborazioni con riviste giuridiche di settore, possono essere riassunte in questo modo:·        Manuale di diritto del lavoro. Napoli: editoriale scientifica, 2009;·        Nozioni di diritto del lavoro sindacale e della previdenza. Napoli: Editoriale scientifica, 2003;·        Diritto della previdenza sociale. 2. ed. Napoli: Editoriale scientifica, 2001;·        Manuale di diritto minorile. Roma: Laterza, 2000 (insieme a Gaetano Assante, Paolo Giannino);·        Il sistema pensionistico riformato: dalla Legge delega 421-1992 al D.L.vo 585-1993. Napoli: Jovene, 1994 (a cura di FERRARO  Giuseppe,  MAZZIOTTI Fabio);·        Integrazioni salariali eccedenze di personale e mercato del lavoro: Commento sistematico alla L. 223/1991. Napoli: Jovene, 1992 (a cura di FERRARO Giuseppe,  MAZZIOTTI  Fabio,  SANTONI  Francesco);·        Diritto del lavoro. Addenda: La legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, Legge 12 giugno 1990, n. 146; La nuova disciplina dei licenziamenti individuali, Legge 11 maggio 1990, n. 108. Napoli: Liguori, 1992;·        I licenziamenti dopo la L.11 maggio 1990, n.108. Torino: UTET, 1991;·        Diritto del lavoro. Napoli: Liguori, 1984;·        Il licenziamento illegittimo. Napoli: Liguori,1982;·        Diritto del lavoro. Pisa: ETS, 1980;·        Diritto del lavoro. Vol. 3: Il rapporto di lavoro dipendente. Pisa ETS, 1980;·        Diritto del lavoro. Napoli : Jovene, 1976;·        Diritto del lavoro. Dispense. Vol. 1. Napoli: Jovene, 1974;·        Diritto del lavoro: dispense. Napoli: Jovene, 1974. 2 voll;·        Contenuto ed effetti del contratto di lavoro. Napoli : Jovene, 1974;·        Le controversie del lavoro e della sicurezza sociale: commento della legge 11 agosto 1973, n.533. Napoli: Jovene, 1974 (a cura di MONTESANO  Luigi,  MAZZIOTTI Fabio).                                  ANTONIO SINISCALCO Antonio Siniscalco  (Baronissi  il 30 marzo 1929-12 ottobre 2006).·     Avvocato iscritto all'ordine di Salerno dal 28 luglio 1958, ha patrocinato in innumerevoli Tribunali e Corti, nonché in Cassazione, collaborando con diversi studi professionali.·    È stato assistente ordinario presso la cattedra di Diritto del lavoro della Università di Napoli Federico II con il prof. Domenico Napoletano, con cui approfondì numerosi istituti. Di quel pregevole lavoro risente la Legge 300/1970, nota come Statuto dei diritti dei lavoratori. Proseguì la carriera universitaria con il prof. Luciano Spagnuolo Vigorita e, infine, con il prof. Giuseppe Ferraro, fino al collocamento in pensione per raggiunti limiti di età.·    È stato membro della segretaria del Centro Nazionale Studi di Diritto del lavoro  "Domenico Napoletano" e -per circa un ventennio- ha svolto le funzioni di Segretario Generale Nazionale.·    Ha collaborato alla redazione delle Collane  "Il diritto del Lavoro" di Edipem, 1968, e “Il diritto del lavoro nell'elaborazione giurisprudenziale dopo lo Statuto dei lavoratori e il nuovo processo del lavoro/ricerca sistematica diretta da Domenico Napoletano” a cura di Domenico Napoletano e Antonio Siniscalco, Novara, Edipem,  1978.·    Già nei primissimi anni ’60 è stato tra i principali riferimenti per costruire l’Ufficio Vertenze Legali della CGIL.·    Iscritto al partito comunista da sempre, per numerosissimi anni è stato il presidente dell’ECA (Ente Comunale di Assistenza).·    Fu il fautore della prima giunta “laica e di sinistra” (PCI, PSI e PSDI) a Baronissi disimpegnando il ruolo di vice sindaco nello stesso Comune (Sindaco avv. Giovanni Dell’Acqua).·    È stato per numerosi anni consigliere comunale di Baronissi e  fino al 1980 anche consigliere provinciale per tre consiliature consecutive, occupandosi di lavoro e politiche sociali.·    È stato, fin dalla sua istituzione prevista dallo nuovo statuto comunale di Baronissi (giunta Giovanni Moscatiello), presidente  del Comitato di Legalità Baronissi.   

Immagine: 

Ruggiero giudice del lavoro tribunale di Nocera Inferiore
presidenza intera
Paolo Nicchia, Giacomo Battipaglia, Angelo Orientale
Sebastiano Fiume, Michele Pirone, Mario Tarallo
sala parte sinistra
Giovanni Francione,

Data evento: 

Domenica, 6 Marzo, 2016 - 17:30

Tags: 

Allegati: 

Iniziative: