Adesione al Comitato per il no alle modifiche Costituzionale

Ritratto di Angelo Orientale

COMUNICATO STAMPA Adesione dell’associazione “Memoria in Movimentoal Comitato per il NO al referendum sulle riforme costituzionali Democrazia, lavoro, difesa della dignità della persona sono i principi fondanti della nostra Costituzione, forgiata ai più alti ideali della Resistenza.L’incontro delle forze politiche antifasciste in “Assemblea Costituente”, che proprio a Salerno mosse i primi passi, trovò fondamento nella condivisione del riconoscimento dei principi di eguaglianza e giustizia sociale, di tutela di libertà e diritti.

Roma 7 Ottobre 1989 Manifestazione nazionale contro il razzismo

Ritratto di Angelo Orientale

alcune foto scattate da Angelo Orientale in occasione della manifestazione nazionale contro il razzismo tenutasi a Roma il 7 ottobre del 1989. I pezzi salernitani presenti erano: CGIL Salerno, la Flai Cgil Salerno, associazione Senza Frontiere, il Comitato per la pace di Scafati, Collettivo Politivo dell'università. Lo striscione di apertura del pezzo salernitano recitava: I DIRITTI NON HANNO FRONTIERE

Programma della giornata che si svolge presso l'Università degli studi di Salerno in occasione del 40nnale dalla morte di Carlo Levi, fondatore e primo presidente della FILEF

Ritratto di Angelo Orientale

organizzato da:  DIPARTIMENTO SCIENZE POLITICHE E SOCIALI E DELLA COMUNICAZIONE dell'UNIVERSITA' DI SALERNO 9.00: saluti del Rettore prof. Aurelio Tommasettie del direttore del Dipartimento prof. Annibale Elia9.20: introduzione del dott. Rodolfo Ricci, coordinatorenazionale della Filef9.30: documentari sulle migrazioni, in collaborazione tra Università di Salerno e il Festival del Cinema deidiritti umani di Napoli (ing.

SALERNO FASCISTA POTERE PROVINCIALE E DECLINO DELLA CITTA' NELLA STORIA DEL VENTENNIO

Ritratto di Angelo Orientale

Presentazione del libro di Alfonso Gambardella organizzato dalla casa editrice Marlin.Titolo del libro: "SALERNO FASCISTA POTERE PROVINCIALE E DECLINO DELLA CITTA' NELLA STORIA DEL VENTENNIO" . La prima ricostruzione documentata della storia del ventennio fascista a Salerno, quando si ridusse l'egemonia della città, si rafforzò un potere "provinciale" e si rafforzò l'influenza esercitata dagli agrari della piana del Sele nell'economia e nel governo del territorio.  Saluti della Direttrice dell'Archivio di Stato  EUGENIA GRANITO Insieme all'autore ALFONSO GAMBARDELLA intervengonoprof.

Pagine

Abbonamento a Memoria in Movimento RSS